“Offida Si Racconta: Arte Cibo & Tradizione”, il nuovo appuntamento digital

- Protagonisti i commercianti, il Comune offidano continua nella proposta di iniziative per una rete di comunità

Lo chiamavano Storytelling. Uno strumento già conosciuto e usato dalle aziende, oggi applicato anche dai Comuni per mantenere vivo il potenziale culturale della Comunità e fare promozione turistica a partire già da ora.
Proliferano le inizative legate al coinvolgimento social del Comune di Offida per stringere la maglia della rete digitale e rafforzare il senso di unione mettendo in mostra sulla piazza illimitata del web, il saper fare e la maestria dei commercianti e dei professionisti.

In questi giorni che ci impongono di rimanere in casa, per il nostro bene e per quello dei nostri cari, l’Amministrazione offidana non si ferma e sta cercando di mettere tutti i cittadini in rete,  per creare connessioni seppur a distanza.
Dopo i contest “Offida dalla finestra, quali orizzonti ha la tua fantasia?” e il Concorso musicale – che stanno coinvolgendo gli studenti dell’Isc di Offida nel disegno e tutti i cittadini nell’invio di video in cui suonano e/o cantano - l’ultima novità è la rubrica social “Offida Si Racconta: Arte Cibo & Tradizione”, nata grazie al contributo audio-video dei commercianti e artigiani offidani che raccontano la città attraverso una ricetta, un tutorial di artigianato: tutto ciò che ha a che fare con la tradizione offidana da tramandare, soprattutto in un momento di emergenza come questo. 

La rubrica vuole però anche essere un investimento per il futuro, per quando sarà passato questo momento. Il borgo offidano, ricco di tante attività da far conoscere all’esterno, conta di sfruttare al massimo i confini illimitati dei propri canali social (Facebook e Instagram). Nasce infatti anche anche la sezione  “Lo Sapevate Che?”, in cui aneddoti, informazioni e notizie storiche ci faranno conoscere l’Offida più sconosciuta per attrarre l’interesse di turisti e visitatori.

In questi giorni di difficoltà sono state attivate anche delle misure di sostegno alla comunità in difficoltà, cittadini over 65 anni,  privi di una rete familiare come la Consegna a domicilio di "farmaci e beni di prima necessità", sin dai primi giorni di emergenza: Offida è stato il primo Comune a rendere nota la locandina con l’elenco delle attività che si sono rese disponibili. Nonché consegna a domicilio  dei pasti forniti dall'Azienda pubblica di servizi alla persona B.Forlini.
Inoltre, proprio negli ultimi giorni, è stato attivato un servizio telefonico gratuito per tutti i Comuni dell’Ambito XXIII, di cui fa parte Offida, per il supporto psicologico/sociale, per alleviare le apprensioni vissute da cittadini più fragili in questa situazione di emergenza.

di Cristina Mignini

26/03/2020

Gruppo Gabrielli e Banco Alimentare insieme

Per aiutare le famiglie in difficoltà in Abruzzo e Molise

Leggi l'articolo »

“Una Margherita per un sorriso”

La pizza solidale che arriva nelle case di riposo di Ascoli Piceno per regalare un momento di serenità e vicinanza.

Leggi l'articolo »

Covid-19: Innovaway conferma il suo impegno con il Competence Center Healthcare.

L'azienda è al fianco dell’Istituto Nazionale Tumori IRCCS - Fondazione G. Pascale di Napoli

Leggi l'articolo »

Al via la distribuzione dei pacchi alimentari de La Spesa Sospesa

A Giulianova già 59 richieste assolte

Leggi l'articolo »

Notizie ultime 48 ore



[gg/mm/aaaa] [gg/mm/aaaa]

Covid-19, polizza assicurativa per sostenere dipendenti e Soci

Acquaviva Picena - Il Presidente della Banca del Piceno Aldo Mattioli: ”Serve a testimoniare la nostra vicinanza”.
Astrelia sviluppa siti web per quotidiani online e applicazioni web e mobili per iPhone iPad e Android