Coronavirus, aumenta l'importo del Microcredito

- La Fondazione Sgariglia scende in campo per far fronte all’emergenza sanitaria con diversi strumenti finanziari per le Imprese del Piceno

ASCOLI – Aumenta l’importo del Microcredito che da 25 mila euro passa ai 40mila euro. Tra le agevolazioni per famiglie ed imprese messe in campo con il decreto “Cura Italia”, alcune misure riguardano anche l’attività di Microcredito. In particolare il decreto stabilisce che le società di Microcredito possono da ora erogare fino ad un massimo di 40mila euro, a cui si aggiungono ulteriori 10mila euro dopo 6 mesi qualora verificato l’avanzamento del progetto d’impresa.  

«Obiettivo del decreto – spiega Massimiliano Trobiani della Fondazione Ottavio Sgariglia Dalmonte - è ampliare le risorse finanziare a favore delle imprese per 9 mesi dall’entrata in vigore. Fra queste vi sono provvedimenti che coinvolgono anche la nostra finanziaria di Microcredito. Possiamo da ora finanziare le imprese fino a 40.000 di importo massimo, in questa fase lo strumento del Microcredito sarà molto importante per dare aiuto alle imprese del territorio Piceno».

Al Microcredito possono accedere imprese individuali, comprese le imprese artigiane, agricole e i coltivatori diretti; professionisti iscritti ad albi; associazioni; società di persone; società a responsabilità limitata semplificata; società cooperative. Possono presentare domanda di microcredito anche le persone fisiche non titolari di partita iva, con progetto di startup. La creazione dell’impresa sarà obbligatoria solo al momento della sottoscrizione del contratto di microcredito.

La Società di Microcredito della Fondazione Ottavio Sgariglia Dalmonte è uno degli operatori abilitati alla concessione dello strumento finanziario promosso dalla Camera di Commercio delle Marche. Il contributo è pari a 700 euro per ciascuna impresa beneficiaria di un finanziamento di Microcredito. Si tratta di un bando per la concessione di contributi a beneficiari di operazioni di Microcredito allo scopo di sostenere il tessuto imprenditoriale marchigiano, in particolare i livelli occupazionali e la forza competitiva delle imprese della regione. Il bando “Microcredito Impresa” mira a sostenere le micro e piccole imprese del territorio che nella fase di avvio o sviluppo di un’attività imprenditoriale volessero ricorrere al Microcredito, attraverso un intervento che valorizzi l’offerta dei servizi non finanziari e sostenga il progetto tramite una riduzione del costo finanziario del finanziamento. A tal fine è previsto uno stanziamento complessivo di Euro 120.000,00 per contributi a fronte di Microcrediti approvati ed erogati da istituti di credito o da intermediari finanziari vigilati dalla Banca d’Italia o da Operatori di Microcredito.

 

di Luigina Pezzoli

01/04/2020

La Banca di Ripatransone e del Fermano entra nella rete dei Musei Sistini.

San Benedetto Del Tronto - «Non si tratta infatti di una sponsorizzazione ad un’opera o di un evento sporadico - ha detto la direttrice Paola Di Girolami - ma di un partner che condivide l’idea di un museo diocesano con più sedi nel territorio».

Leggi l'articolo »

Radio Azzurra, ospite Patrizia Di Luigi vicepresidente Fondazione Ancot "Dino Agostini"

Focus on air questa sera alle 21.05 con replica domani alle 13

Leggi l'articolo »

Bandi della “Fondazione Carisap”: l’Officina dei Sensi al lavoro con due progetti

Ascoli Piceno - Miglioreranno la sfera lavorativa e sociale delle persone con disabilità.

Leggi l'articolo »

Impegno, passione, risultati.

Senigallia - A.N.CO.T. festeggia il 20 aprile a Senigallia la sua presenza, da quarant’anni, al fianco di tributaristi, imprenditori e liberi professionisti italiani.

Leggi l'articolo »

Notizie ultime 48 ore



[gg/mm/aaaa] [gg/mm/aaaa]

Alfio Bagalini è il nuovo Presidente della Banca del Piceno

Acquaviva Picena - La decisione è stata assunta dal Cda. Vice presidenti confermati Censori e Silvestri.
Astrelia sviluppa siti web per quotidiani online e applicazioni web e mobili per iPhone iPad e Android