Abruzzesi sempre più tecnologici, ampio l'utilizzo di pc e Internet

San Benedetto Del Tronto - L'utilizzo della tecnologia si sta diffondendo sempre più capillarmente tra le famiglie abruzzesi. Soprattutto...

L'utilizzo della tecnologia si sta diffondendo sempre più capillarmente tra le famiglie abruzzesi. Soprattutto quelle in cui è presente almeno un minorenne si mostrano al passo con i tempi attraverso la disponibilità di diversi beni tecnologici: nel 2009 le famiglie abruzzesi che possiedono almeno un personal computer sono 290mila, 250mila sono quelle che hanno la possibilità di accesso ad Internet e ben 167 possono fruire della connessione a banda larga (linea telefonica ADSL o altro tipo di connessione a banda larga). Resta tuttavai ancora inferiore il numero di famiglie che non possiedono ancora l'accesso a Internet rispetto a quelle che invece ce l'hanno e che rappresentano una quota pari al 48%. Ad utilizzare il pc è il 48,2% di cui, la fetta maggiore, pari al 27% lo utilizza con una frequenza quotidiana, mentre il 14,6% una o più volte e a settimana, il 4,8% solo qualche volta al mese e, infine, l'1,7% qualche volta l'anno. Al contempo, la quasi totalità di coloro che utilizzano il pc fruisce anche di Internet: a usarlo è infatti il 44,4% delle famiglie, di cui il 21,1% si collega tutti i giorni, il 17,1% una o più volte alla settimana, il 4,8% qualche volta al mese e l'1,3% solo qualche votla nel corso dell'anno. Consistente inoltre la fetta di coloro che hanno partecipato a corsi sull'uso del personal computer e che risultano pari al 34,6%. Per quanto riguarda invece il luogo di utilizzo il 90,5% degli abruzzesi usa il pc a casa, il 33,1% sul posto di lavoro, il 21,6% nel proprio studio e il 28,7% a casa di altri. Pressochè le stesse le quote degli abruzzesi che utilizzano Internet a casa, sul lavoro, nel proprio studio o a casa di altre persone. Per accedere ad Internet gli struementi più utilizzati sono il portatile con collegamento senza cavi (34,8%), il computer palmare (7,7%), il cellulare GPRS (7,3%) e il cellulare UMTS (7%). Per quanto concerne invece il tipo di attività svolta da coloro che si collegano ad Internet, il 63,6% cerca informazioni su merci e servizi mentre il 37,6% cerca informazioni sanitarie. Tra coloro che si collegano per utilizzare servizi, il 46% usa servizi relativi a viaggi e soggiorni e il 23,7% usa servizi bancari. Per quanto riguatrda l'attività di informazione, il 70% si collega per apprendere nuove informazioni, il 37,3% per cercare informazioni su attività di istruzione o corsi e il 6,7% per fare un corso on line. Mentre tra altre tipologie di attività, quella più diffusa è il collegamento finalizzato a leggere o scaricare giornali, news e riviste (46%). Relativamente alle attività di comunicazione gli abruzzesi che hanno ricevuto o spedito e-mail rappresentano oltre il 77%, quelli che utilizzano servizi di messaggistica e forum sono invece il 37,3%, coloro che effettuano videochiamate sonmo il 18,6%, quelli che telefonano via Internet sono il 14,5% e ad utilizzare l'instant messagine è il 31,4%. A livello nazionale, al contempo, tra le famiglie si osserva un forte divario tecnologico da ricondurre a fattori di tipo generazionale, culturale ed economico. Le famiglie costituite da sole persone di 65 anni e più continuano ad essere escluse dal possesso di beni tecnologici: appena il 7,7% di esse possiede il personal computer e soltanto il 5,9% ha l’accesso ad Internet. Inoltre, in queste famiglie è più limitato il possesso delle nuove tecnologie collegate alla tv, come l’antenna parabolica (15,1%). L’unico bene diffuso (a parte il tv color) è il cellulare (64,7%), il cui possesso è comunque molto inferiore alla media nazionale (90,7%). All’estremo opposto si collocano le famiglie con almeno un minorenne, che possiedono il personal computer e l’accesso ad Internet rispettivamente nel 79% e nel 68,1% dei casi. Sono queste famiglie ad avere il più alto tasso di possesso di connessione a banda larga (51,6%) e di telefono cellulare (99,8%), che ha raggiunto e superato i livelli di diffusione della televisione. Molto diffusi sono anche il lettore DVD (87,1%), il videoregistratore (70,9%), la videocamera (50,9%) e la consolle per videogiochi (46,1%). Questo quanto emerso da un'indagine dell'Istat i cui dati per l'Abruzzo sono stati elaborati dall'Agenzia giornalistica Dalla A alla V. Per visualizzare le tabelle cliccare su “download”

di Vittorio Bellagamba

15/01/2010

L’Intelligenza Artificiale nel nostro futuro

San Benedetto Del Tronto - Workshop nell’ambito della cerimonia di premiazione del Concorso “La Spigolatrice di Sapri”, organizzato dal Lions Club e dal Rotary Club di San Benedetto del Tronto.

Leggi l'articolo »

Visite veterinarie gratuite al Battente “Shopping&More”

Ascoli Piceno - Il 25 maggio, parte l’iniziativa “Qua La Zampa Dottore!”

Leggi l'articolo »

Radio Azzurra, ospiti Stefano Mignini ideatore di Bobolandia e Ilaria Rocca del centro San Tommaso

Focus on air questa sera alle 21.05 con replica domani alle 13

Leggi l'articolo »

Barbara Gabrielli confermata Presidente di FG Gallerie

Ascoli Piceno - La Presidente: “Le nostre strutture si evolvono per restare punti di riferimento sul territorio per una shopping experience innovativa”.

Leggi l'articolo »

Notizie ultime 48 ore



[gg/mm/aaaa] [gg/mm/aaaa]

Alfio Bagalini è il nuovo Presidente della Banca del Piceno

Acquaviva Picena - La decisione è stata assunta dal Cda. Vice presidenti confermati Censori e Silvestri.
Astrelia sviluppa siti web per quotidiani online e applicazioni web e mobili per iPhone iPad e Android