Il potere taumaturgico della risata

Grottammare - Alle 36a edizione di "Cabaret Amore Mio!" si prova a dimenticare la pandemia: bravi i giovani, show di Uccio De Santis.

Questo cabaret è come un corpo: dopo essere stato fermo per un po', ha bisogno di un periodo di riabilitazione. Si è espresso così il sindaco di Grottammare, Enrico Piergallini, nel presentare al pubblico del Parco Arena "Sisto V" la prima serata della 36a edizione di "Cabaret Amore Mio!", il festival dell'umorismo più antico d'Italia che riparte dopo il blocco causato dalla pandemia.

Il fatto che questo festival sia stato pianificato a gennaio non ha inciso più di tanto sul livello degli "emergenti in emergenza": per ognuno di loro, ci sono ottimi spunti di comicità e si preannuncia, per la serata finale del 31 luglio, una gara equilibrata.

Molto teatrale nel suo gesticolare e nel padroneggiare il palco, Lucia Arrigoni ha portato in scena con delicatezza una delle più classiche delle dicotomie tra uomo e donna, quella della pubertà sessuale, Edoarto Licata prendendo spunto dal suo essere "roscio" è stato altrettanto intelligente nel parlare di discriminazione con simpatia. Un comico napoletano ha, di per sé, un'impostazione tutta sua e Mariano Grillo ha dimostrato di far leva sul dialetto e sui suoi rapidi passaggi di tono per trattare il lockdown e le sue "implicazioni familiari". Molto profondo l'intervento di Enrico Paris, moderno Mosè (anzi, Mo'...see) che davanti ad uno degli ospiti e giurati, Frate Mago, ha chiuso uno sketch che riecheggiava in parte quello di Troisi e Arena su Noè riflettendo, amaramente, sull'atavica esistenza della discriminazione e delle persecuzioni.

Davvero divertenti le battute estemporanee di Tiziano Gallo, mentre per Andrea Bellotti le risate sono state speciali, dal momento che è ha presentato un pezzo (perfetto) da imitatore.

Sul palco, il cabarettista romano Stefano Vigilante ha ben condotto la prima serata, coinvolgendo spesso la platea: tra gli spettatori, anche Enzo Iacchetti. Il 31 luglio, durante la serata conclusiva, a Maurizio Lastrico verrà conferita L’Arancia d’oro alla carriera nel 7° centenario dantesco.

Lo spettacolo del 30 luglio ha visto esibirsi sul palco Uccio De Santis: la star della serata è riuscita a divertire il pubblico con il suo repertorio e con un chiaro messaggio, ridere nonostante tutto. E, alla fine, va sottolineata in positivo proprio la scelta del Comune di regalare ai partecipanti due serate di spensieratezza gratuite. Perché, dopo un anno in balìa degli eventi, un evento che questo anno ce lo facesse dimenticare era assolutamente necessario. Per tre ore, ha funzionato.

di Roberto Valeri

31/07/2021

Samb, sette contratti in un giorno

San Benedetto Del Tronto - Il primo è il centrocampista Luca Lulli, che ha rifiutato offerte in Lega Pro pur di firmare per i rossoblù: come promesso, arrivano dalla società notizie in tempo reale sugli acquisti.

Leggi l'articolo »

Una nuova gift card eco-friendly

Ascoli Piceno - Un’iniziativa per celebrare, al Centro Commerciale “Al Battente”, la scelta eco-sostenibile.

Leggi l'articolo »

Radio Azzurra, ospiti Diana Lanciotti Zoboletti presidente dell’Utes e Teresa Annibali

Focus, appuntamento su Radio Azzurra ogni martedì e giovedì alle 21.05 con replica il mercoledì e venerdì alle 9.45.

Leggi l'articolo »

Torna la Festa interregionale del pensionato

Mirella Gattari presidente Cia Marche: «Un momento di socialità fortemente sentito dai nostri pensionati e che la nostra associazione è felice di sostenere»

Leggi l'articolo »

Notizie ultime 48 ore



[gg/mm/aaaa] [gg/mm/aaaa]

Premiata la Banca del Piceno per il suo impegno nella Finanza per le PMI

Milano - Ritirato a Milano il premio di Le Fonti Awards 2021 nella categoria Banking & Leadership, un riconoscimento speciale per essere un punto di riferimento sul territorio.
Astrelia sviluppa siti web per quotidiani online e applicazioni web e mobili per iPhone iPad e Android