L'Assemblea dei soci Cosvim Confidi approva il bilancio

- Esercizio chiuso con un utile pari a 125.000 €uro in incremento sul 2011 che ha permesso un ulteriore accantonamento per il rafforzamento del fondo riserve consortile.

La solidità di Cosvim Confidi per lo sviluppo del tessuto socio economico. Potrebbe essere sintetizzato così il bilancio del Confidi che nei giorni scorsi è stato approvato nel corso dell’annuale assemblea dei soci.

Dalla relazione sulla gestione esposta dal Presidente Massimo Valentini, infatti, è emerso un risultato di esercizio chiuso con un utile pari a 125.000 €uro in incremento sul 2011 che ha permesso un ulteriore accantonamento per il rafforzamento del fondo riserve consortile.

“In un contesto generale caratterizzato da una negativa congiuntura economica, sia dal un punto economico- patrimoniale che operativo – ha spiegato il presidente Massimo Valentini – l’anno 2012 si è chiuso con buoni risultati in linea con le strategie del consiglio di amministrazione”.

Altrettanto rilevante è il dato che emerge sul grado di solvibilità di COSVIM che presenta una incidenza delle sofferenze sulle garanzie prestate pari allo 0,57% con una combinazione tra patrimonio, riserve, depositi cauzioni e controgaranzie ricevute dal Fondo Centrale di Garanzia che evidenziano un indice di solvibilità pari al 39,78% (contro il 9% previsto nel sistema bancario).

“Questo risultato esprime tutta la solidità del Cosvim – ha aggiunto il presidente Massimo Valentini - a fronte degli impegni sottoscritti a favore dei soci ed è stato raggiunto grazie alla oculata gestione e alla bassa incidenza della escussione delle garanzie consortili da parte del sistema bancario convenzionato”.

Dal punto di vista operativo il 2012 ha visto incrementare i volumi delle erogazioni a favore dei soci e questo nonostante nel corso dell’anno si siano manifestati tutti gli effetti di una crescente stretta creditizia: i finanziamenti erogati ai soci nel 2012 sono stati pari a 26 milioni di Euro con un ammontare complessivo di finanziamenti in essere pari a 87 milioni di Euro. Complessivamente, dalla data della sua costituzione, il sistema bancario ha erogato alle imprese che si sono rivolte al Cosvim ben 288 milioni di euro.

Nel corso dell’anno non si è solo consolidata l’attività nelle Marche dove Cosvim ha la sua sede principale a Porto San Giorgio, ma sono stati incrementati i volumi operativi anche nelle altre regioni in cui è presente Cosvim in particolare Umbria, Emilia Romagna, Abruzzo, Molise, Puglia e Lazio.

Un fatto significativo registrato nel corso dell’anno è stato il riconoscimento da parte di Medio Credito Centrale di COSVIM quale Confidi Rating, ovvero ente certificatore del merito creditizio delle imprese ai fini dell’accesso ai benefici del Fondo Centrale di Garanzia. Questo riconoscimento evidenzia tutta la sua importanza se si pensa che tutta Italia sono appena venticinque i Confidi che hanno ottenuto la possibilità di certificare il merito creditizio delle imprese.

A fine 2012 il numero complessivo degli iscritti a Cosvim Confidi ammontava a 2156 imprese consorziate con un aumento pari a 245 rispetto allo scorso anno. Un dato che ha subito un ulteriore incremento nel primo trimestre del 2013.

Un elemento significativo emerso è l’importanza rivolta da Cosvim alla formazione e all’aggiornamento dei propri collaboratori: nel corso del 2012 il tempo dedicato alla formazione è stato pari a 600 ore.

14/05/2013

FAI, sostegno “infinito”

Recanati - Dal 21 gennaio e per sei mesi, nei punti vendita del Gruppo Gabrielli la raccolta fondi a favore del FAI - Fondo Ambiente Italiano.

Leggi l'articolo »

Radio Azzurra, ospite Francesca Pulcini presidente di Legambiente Marche

Appuntamento su Radio Azzurra questa sera alle 21.05 con replica domani alle 9.45.

Leggi l'articolo »

Frutta invernale, buona la qualità ed invariata la raccolta

Cia Agricoltori di Ascoli, Fermo e Macerata: "Le abitudini alimentari sono state profondamente cambiate dall'emergenza sanitaria"

Leggi l'articolo »

Samb trasparente, vince il Padova

San Benedetto Del Tronto - Sambenedettese-Padova 0-1: basta Jelenic, manca un rigore ai rossoblù.

Leggi l'articolo »

Notizie ultime 48 ore



[gg/mm/aaaa] [gg/mm/aaaa]

La parità di genere, un valore nella Banca del Piceno

Acquaviva Picena - Il Presidente della Banca del Piceno Aldo Mattioli: “Promozione della parità di genere e contro le discriminazioni, le molestie e le violenze sui luoghi di lavoro”.
Astrelia sviluppa siti web per quotidiani online e applicazioni web e mobili per iPhone iPad e Android